Marina Mitterstainer

POESIA: Per esserci eccome
Senza farti sconfiggere

Anche se non vinci quello che vuoi
Ma come vuoi tu

E ti senti viva

Sempre

Dentro il tuo
Io profondo

Fuori a volte nebbia nella giungla.

Essere e’ sempre l’obiettivo – 30/06/2017

Please follow and like us:

Lorenzo De Michele

POESIA: UN SOFFIO DI LIBERTA’

Una nave che lascia il porto in mezzo a luci e profumi.
Il vento che spira alle spalle quasi mi spinge a raggiungere la scia.
Chissà quale meta mi aspetta ma in fondo non è importante.
Chiudo gli occhi e non oppongo resistenza alla folata che ritengo giusta.
Il cuore che batte vicino al mio ha l’uguale intendimento.
Lo stesso desiderio di un soffio di libertà.

– 30/06/2017

Please follow and like us:

Benedetta Giarraputo

POESIA: Corri nel vento sulla sabbia scura, costeggiando il mare al tramonto. Un cielo limpido d’inverno, e due nuvole di zucchero filato in un tutt’uno con la tua ombra. Apri le braccia, e le onde si sciolgono in languida schiuma. – 30/06/2017

Please follow and like us:

massimo passarella

POESIA: Neve

Tutte le volte che riesci a toccare la neve senti un brivido che ti percorre su tutto il corpo e si accende dentro di te una moltitudine di sensazioni estreme che ti fanno riflettere sulla gravità della tua crisi.
Naturalmente sono tutte cazzate che, scrivendo ,non posso nemmeno dire che non me ne ero accorto.
Il coraggio di vivere è invece singolare nel momento stesso in cui tu, vigliacca sgualdrina,hai anche solamente concepito l’idea di raccontare tutta la nostra storia a tuo marito.
Con che diritto mi hai potuto spezzare i sentimenti che provo per te, perché hai lasciato che un uomo qualsiasi ti opprimesse così tanto è così forte da farti confessare l’inconfessabile. Io dove ero mentre tu crollavi, che cosa ho mai fatto per meritarmi un disprezzo così audace da una donna apparentemente vile.
Perché non mi hai sputato in faccia, perché non mi hai deriso, perché non mi hai tirato un calcio nei coglioni, sarebbe stato meglio e io sarei guarito in fretta e avrei maturato meglio.
Ora sono scemo, muoio dalla voglia di vederti, ma odio tutto me stesso quando ti parlo e non credo ad una sola parola di quel che rispondi, hai gli occhi sempre lucidi e tremi per nulla, sei stanca e non riposi sei lontana e non rispondi sei viva ma sei fredda sei il mio sole ma cade la neve. – 30/06/2017

Please follow and like us:

rosa mannarino

POESIA: L’hanno vista la mia gente alcune delle vostre sentinelle

l’hanno vista la mia gente, alcune delle Vostre sentinelle
li hanno descritti alcuni con codini come neuroni,
altri panciutelli
dentro delle ellissi che li sfiorano e a volte li trapassano (questi devono essere femmine)
e i loro cerchi,
che sembrano degli ulahop hanno altre palline piu piccole sulle loro orbite,
anch’esse si muovono e
disegnano altri ovali mentre gravitano intorno al pancione della palla madre.
verranno sì da un’unica matrice da un mondo che non ci è dato vedere,
la terra è tonda così mi hanno detto io non l’ho vista ma ci sono tante leggende.
mi hanno raccontato quelli della mia specie forse anticamente c’era
qualcuno che sapeva volare. poi è sceso qui a disegar mappe.

a cominciare dalle differenze linguistiche, per esempio: da noi c’era il duale ma non il plurale
come c’è io e la differenza è nonio, non tu. questo pare logico, o razionale come direstevoi ma dalle mie parti
a che serve parlare di qualcuno che non è presente?
cosi so che ci sono qui vicini appena divisi dall’acqua gli uomini della terra del sole
e qui appena sotto di voi c’è la Terrabrulla o il Paneolio, è proprio vicina e meno ci allontaniamo in spaziotempo meno gli abitanti vi siamo diversi
Attaccati alla tradizione dei gesti ci sono gli uomini rossi di cui però si sa poco. si spostano nel tempo meno degli altri e
per questo sono preda dei conquistatori
non so con chi gemelleranno in questo mondoaffarfalla, si evolvono piu in fretta degli americani però non cambiano d’una virgola
non una che sia una
loro sono stati toccati anche da quelli della terra del ghiaccio. che meticolosamente hanno raccontato delle loro spedizioni
tramandando e facendo, mica tornando indietro, per questo neanch’io avrei assai tempo.
per questo neanch’io avrei assai tempo.immagina uno scarafaggio sul balcone,
pensa a un giorno di cammino:
è come se ti trovassi in una città futurista, tutto ‘sto cemento, noi
ci abbiamo messo tutto sto cemento
la strada verso la terra la intuisce ma tutto sto cemento
è sconosciuto al suo popolo tutto il cemento
e neanche io avrei tempo abbastanza
per tornare da dove vengo intendo. q
uesto, io lo dico nel caso voleste mandare una spedizione con Me.
e poi arrivati lì pensare di coloniare.

neanche voi,sapete di essere tanto benconsiderati, Vi vedono tutti come galliinvasori,
grassoni alti pelati tipo alieni
neanche vi stiate per liquefare nel vostr’edonismo e questo perchè avete paura di morire
non voglio in alcun modo offendere
ma succedevano anche dalle mie parti o a Tolemaide
che i fratelli vedessero i fratelli solo per battaglia
e dentro di sè e dentro le mura non saper dov’andare, no,
ora vado non mi dilungo voglio fare anche io l’esame per professore – 30/06/2017

Please follow and like us:

Vito Fusto

POESIA: VITE
Ai tralci della vite innevate
vien voglia di piangere
dagli occhi di rugiada
stille d’acqua salata.

Inattese
affliggono le doglie
e grave
rivolgi al cielo lo sguardo
pellegrino.

Ed ecco l’incanto!
sorriso
d’amore diletto
dopo il vagito
amore
ti porti. – 30/06/2017

Please follow and like us:

Viviana Indraccolo

POESIA: *MIRAGGIO DI ME
Miraggio di me,
della mia anima,
del mio essere.
Essere di vita…
della mia vita.
Sogno una notte limpida,
nessun rimpianto,
solo stelle e cielo.
L’astro nascente dentro me
mi regala forza, amore,
emozioni, serenit
e la fatica scema
nell’imbrunire del giorno.
Vita ti vivo
con la gioia di un bambino,
con la brama di un amante,
con la saggezza di un anziano
nata dall’esperienza del dolore ,
nata dalla conoscenza della morte,
nata dal buio in cui mi trovavo.
Ora la luce non più mi acceca
ma rende viva la mia esistenza
di piccola donna
in un immenso mondo
che gira
ma non fa cadere…
non più!!!
– 30/06/2017

Please follow and like us:

Leze Bushi

POESIA: La Vita
La vita è un camino
è una vetrina
è una avventura
e anche un futuro

Chi cammina infetta
qualcosa rimane in dietro
Piano o moderati ,
Sony arrivati

Veterinaria da vedere
se deve o non serve
chi c’è in veterinaria
Fa sensi di stima

Avventura e stimata
E sogni spacciata
Qualcuno forse
Può essere realizzato

Futuro in arrivo
Sempre in camino
Trovi lo stimo
Cercare e cercare
Arrivi in finale

– 30/06/2017

Please follow and like us:

Rosanna Raguseo

POESIA: P E N S I E R I

Ancora sporco di sonno
avevo il viso
e già pensavo a lui,
che lontano
chissà dove, non poteva sapere
che anche di sera,
prima di addormentarmi,
a lui avevo pensato. – 30/06/2017

Please follow and like us: