Lapolla Sara



POESIA: Io pavido impacciato e timoroso
Tu timida ossuta ma serena
Da dietro il banco ti sorveglio ansioso
La tua grazia i miei occhi allena

Maniaco in cerca di una frase
La quale detta ti farebbe lieta
Padrone nel trovare mille scuse
Parlare a te per ora mi inquieta

Così mi vieni in mente mentre dormo
Qui tocco la tua pelle mai sfiorata
All’infinito in testa ti rincorro
Sei schiava di una psiche ossessionata

Io pavido impacciato e timoroso
Tu timida ossuta ma serena
E come un orologio difettoso
Il mio cuore alla tua ora frena | sorgente: http://www.poetipoesia.com/ – 29/01/2018

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *