Grasso Lorella



POESIA: A mio padre
Disteso in quel bianco letto sembri un bimbo appena nato, insicuro ,impaurito, so che mi vuoi vicino so che vorresti stare ancora con me ma il male non perdona e il tempo passa veloce senza pietà. Ti aggiusto il cuscino che si confonde con i tuoi capelli bianchi, sei stanco le tue forze diminuiscono attimo dopo attimo provocandomi un dolore immenso. Vorrei dirti tante cose ma la gola si chiude e il pianto prende il sopravvento….resto muta immobile impotente a guardare un pezzo della mia vita andare via …..la tua mano si muove sotto le coperte x stringere la mia ancora una volta…..il tuo cuore è come un orologio vecchio e stanco, ogni fragile battito mi porta indietro nel tempo, sento le tue risate, rivedo le nostre partite a carte le nostre passeggiate, i tuoi consigli. Non c#039;è piu tempo …..Dormi papà che sei stanco, riposati la salita è finita …..Ora potrai sorridere nuovamente. Come sempre dal mio cuore al tuo. Ciao meraviglioso Papà. | sorgente: http://m.facebook.com/ – 30/01/2018

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *