Mastropaolo Libera



POESIA: Ti penso e volta al cielo una preghiera
ti aspetto nel mattino ed anche a sera.
Ti sogno e sui miei passi guidi il pianto
che lento cade in lacrime d’azzurre
e annebbia il mondoche non ha più vita.
sei tu che adesso muovi tra le dita
le nocche inarrestabili sul piano
tese e protese sempre nell’attesa
del giorno ch’ora cala nel tramonto
e dà speranza al mondo dentro un cuore
che non può viver battiti d’allora.
E basterebbe averti solo un’ora…

Nota:
L’attesa è infinita, l’amore eterno, il pianto inarrestabile. Torna… – 04/02/2018

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *