Alessandra Gargano



POESIA: “Il futuro che non mi è concesso”

Come miopi formiche erranti
alla ricerca di futuro,
camminiamo affranti:
è questo muro,
senza pianti; che svilisce i passanti.
chi con il chianti, chi con la psicopatologia,
da questa corsa sleale per la sopravvivenza, vorrebbe andar via!
Questo mostro a tre teste ci guarda indefesso: Sophie è morta! Così parlò il futuro che è già adesso.

Aleblue

– 13/01/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *