FRANCESCO DI ROCCO



POESIA: Perché ADESSO SEI TRISTE.

Con la sintassi del vento
scriveremo rossi coralli
tra penombre sussurate.

Perché adesso sei triste
parlando di stagioni
nel fumo serale
hai l’odore sinuoso d’autunno
e i ritmi inumiditi dei castagni.

E domani a luce piena
avrò capelli bianchi
parlando a bolle di sapone
che il vento rincorre tra le gemme.

Qui, e non oltre
il passare si trasforma
adesso è imprendibile
vaghezza nascosta
nella velocità del divenire.

E gli sguardi somigliano
davvero alle parole mai scritte. – 14/01/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *