Angela Greco



POESIA: Rumore silente

Picchetto contro i vetri,
per richiamare le attenzioni
degli utenti poco presenti.
Batto i piedi sul pavimento,
più forte è il suono
che non sui vetri,
ma ancora non richiama abbastanza genti.
Sbatto le porte ed il rumore aumenta,
ma l’orecchio di chi ascolta ancora non sente.
Rinuncio,
affranta e stanca
rilascio un silente pianto.
Si voltarono occhi a guardarmi e
braccia a fasciarmi.
Le labbra calde
baciarono il mio dolore,
che ora docile e discreto
recluta amore.
– 30/01/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *