Carlo Giulio Pezzi



POESIA: Planata silenziosa

Se qualcuno spezzerà le grandi ali

di un gabbiano che vola nell’infinito

chi potrà mai dirgli un giorno

che quello sarà il suo ultimo volo?

Chi potrà mai rivelargli che il sole

ancora alto e fiammeggiante nel cielo

dovrà tristemente eclissarsi?

Nessuno potrà mai confidargli

di avere già visto l’ombra del sole

inabissarsi dietro l’orizzonte marino

e lacrimare una pioggia di scaglie dorate

sugli ultimi riflessi di onde silenziose.

Nessuno potrà mai spiegargli perché

quelle onde sospingevano alla deriva

il corpo di un fragile uccello

dalle bianche ali dispiegate.
– 31/01/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *