Maria Lupinacci



POESIA: “La Notte”
Scende l’oscuro velo della notte che avvolge tutto è tutti e soavemente a quest’or giunge il riposo .Il cuor si mette a palpitar senza posa, la mente è stanca di quel suo correr veloce e intanto come la notte sulle cose , le palpebre degli occhi miei si adagiano a portar il tanto atteso sonno, lasciando fuor se stesso ed il mondo ad ascoltar ciò che non s’ode .. Soggiunge il lacrimar che solca il volto mio, senza ristagno, ad alleviar le pene di un ormai cuore stanco. L’anima esulta, orsù riposa la notte è giunta col suo nero manto , ricopre ogni pensier, e al doman rimanda. – 02/02/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *