nicola favaretto



POESIA: LE CONFESSIONI DELLA SIGNORA

-“Non c’è soddisfazione nel cogliere
quel che già vi appartiene vero?”
Chiesi alla Signora che sedeva composta
e fiera, palesemente annoiata,
nell’angolo più buio della mia stanza…
-“Anche se così fosse, cambierebbe qualcosa per voi”?
Rispose con voce profonda e pacata
-“No!” Esclamai lapidario…
-“Alla fine l’ultima parola è sempre la vostra!”
Colsi allora un sorriso quasi impercettibile sul
suo volto, ma durò il tempo di un batter di ciglia,
poi svanì, e la Signora chinò il capo…
-“Perdonate la mia sfrontatezza, ma se non mi volete,
perché vi disturbate a farmi visita?”
LEI sospirò… “Sapete, ” Rispose con infinita dolcezza,
“A volte, mi sento sola anch’io”…
– 02/02/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *