Mario Sista



POESIA: QUALCOSA CHE SPIEGHI

Mi guardi e con gli occhi mi chiedi
qualcosa che spieghi
del cuore
il tepore,
che illustri che cos’è l’amore.
Ben poco potrò sussurrarti,
ben poco
davvero:
l’amore che avvolge il tuo cuore
è un dolce mistero.

Attendi che io apra la bocca,
aspetti che dica
parole
di viole,
che portino un raggio di sole.
Un dire opportuno che abbassi
la testa
e rivesta
di calma i flutti del mare:
l’amore è tempesta.

Ti legano dolci catene,
ma l’ansia ti fiacca.
Più dura
e insicura
la strada ti appare, ed oscura.
Tu vivi eppur muori vivendo
una sorte
che a volte
regala al tuo amore profondo
sapori di morte.

Non dormi di notte, ti svegli
col cuore che batte.
Ti giri
e rigiri,
effondi profondi sospiri
e il tempo non ti offre riposo.
A oltranza
la stanza
ti opprime scandendo le ore:
l’amore è mancanza.

L’amore è un mosto fragrante
di vino pregiato
di colle;
ribolle
nel tino del cuore. Già molle
io vedo il tuo sguardo di pianto.
Tristezza
e dolcezza
tu bevi da un’unica coppa:
l’amore è ubriachezza.

Ti parlano il sole e la luna
ed il mare ti culla.
Delle onde
profonde
la voce al tuo cuore risponde
bramando una meta di pace.
La brezza
accarezza
il tuo volto di flebili note:
l’amore è pienezza.
– 18/02/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *