Agnese Zoda



POESIA: “Altrove ”
La mia anima vaga agitata strizzando gli occhi incredula …
Dopo tutto questo tempo, dopo tutto il cammino e le ginocchia sbucciate dovevo arrivare e perdermi in questo Altrove, deriva di luce gialla e senza speranza .
Resto immobile arrendendomi,
abbandono ogni resistenza.
Come vestiti ormai inutili tolti da una mano invisibile, cadono tutte le mie paure, scivola via lenta anche la tristezza di questa luce strana che abita dentro di me .
Troverò un orizzonte non più saturo di fantasmi dove sarò finalmente Io .

Caltanissetta, lì, 13/12/2015 – 06/03/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *