domiziano cattaneo



POESIA: guardo la nebbia, spio invano la luna…..parlo umido con questa notte senza cielo…..il grigio s’accompagna con questa serata, raccoglie e riordina i miei pensieri…..la statale manca persino delle risate delle mie “baldracche”, che solitamente rallegran le mie notti di lavoro……sorridendo con labbra di plastica, cavalcando su calze a rete per uomini soli, ciondolando su vertigginosi tacchi……la notte, solitamente, ci accomuna……nel “bene” d’un lavoro “sicuro”, e nel “male” d’una fredda solitudine……sorrisi artefatti,costruiti,complici…..che ingannan pure il mentitore……dammi una bugia….anche tu….mi stavi pensando, vero ? …. – 06/03/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *