ROSA INSINGA



POESIA: A MIA FIGLIA
Chiusa tra le rovine di un tempio mentale,
mi guardo intorno lentamente, ansimando,
ecco, arriva col suo strascico marcio la solitudine,
angosciosa, voluttuosa e lasciva che mi avvinghia e mi scaccia ad un tempo;
lacrime di sudore rigano il mio volto, fantasmi di terrore mi strappano le viscere, e nel mio corpo straziato il tempo ormai è morto.
Ma ecco nella luce della mente
farsi avanti con sudore e fatica, una piccola mano che agilmente, afferra la mia, la stringe e con fatica la tira a se nel suo vortice d’amore.
Piccola mia, tu sei la mia lampada, la lucciola felice che illumina la mia vita,
momento per momento guidami nel mio cammino, e insieme percorriamo la strada della speranza – 08/03/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *