giovanni bunone



POESIA: Sogni
Ho richiamato sogni inquieti e incerti
Come passi ubriachi
Fra lampioni spenti
Intercettava uncinandone la trama
Avido mercante …
Poi mi sbeffeggiava
Temerario la bisaccia s’è riempita
Dolenti sfilacciati sogni
D’altrui vita
Ma l’incauto nulla ha ricavato …
Le bolle di sapone
Non hanno mercato – 12/03/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *