Maria Rita Sodano



POESIA: SABBIE MOBILI
*************
Sono esausta,il pensiero fugge da me
si mischia ad una folla che blatera
parole esasperate da vanagloria,
si ferma incredulo di fronte
ad una ipocrisia benpensante
che vomita sentenze,
giudica senza giudicarsi
accusa senza accusarsi
e si compiace come la rana
che si gonfia al pari di un bue,
fino a scoppiare !
Sono stanca di essere
un testimone mai interrogato,
una regina senza piu’poteri
sulla scacchiera impolverata dall’indifferenza.
Vorrei scappare ma sono intrappolata
in una palude dove le sabbie mobili
inghiottono il Diverso,il Semplice,
il Genuino, il Fragile….
….tutto cio’ che contrasta
l’espansione del Falso e del Mediocre
camuffato con la pelle di un Leone.
Maria Rita Sodano – 12/03/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *