Roberto Paganelli



POESIA: non ricordo bene come…
di certo Sandra prendendo spunto da qualcosa…
in modo indiretto, come spesso fa,
ha cercato di comunicarmi qualcosa…
nella quale però non mi rispecchiavo affatto.
da qui in poco più di 3 minuti,
è nata questa poesia-dedica:
…veramente mi sono tuffato
tante volte e
non solo nelle stelle, nubi e cieli!
ho amato il profumo della terra
dopo un temporale,
ho gustato l’aria frizzante dell’alba,
mi sono perso in un rosso tramonto,
mi sono immerso in acque gelide
di un ruscello di montagna,
ho dormito su covoni di paglia,
ho mangiato e bevuto
nei contenitori comuni dei miei contadini,
ho riso e pianto allo steso modo
per cose semplici o importanti,
ho amato e gustato
le essenze che mi hanno circondato,
ho vissuto dei sapori della vita…
tutti quelli che la vita mi ha dato…
compreso te amore mio che sei
l’ultimo fiore
non solo azzurro
ma di mille colori.
Roberto – 13/03/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *