Raffaele Milone



POESIA: STRINGENDOTI A ME

Io seduto sul dvanzale
della finestra della
nostra camera da letto,
mentre sei inpiedi
di fronte a me.
Ti metto le mie braccia
sulle spalle e mentre
gesticoloun pò
con le mani e
accarezzandoti il
capo ti afferro,
per le spalle
e girandoti ti
stringo forte al
mio petto mentre
parlando,
parlando,
appoggio il mio
capo sulle tue
spalle scoperte.
Finito di chiacchierare
ti lascio libera ma
girandoti ma con
la mie dita sempre
nella tua mano.
Ti tiro verso di
me baciandoti e
lasciandoti libera

Le mie poesie d’amore di Raffaele Milone – 18/03/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *