angelo donnarumma



POESIA: I TUOI OCCHI

Un’atmosfera intensa;
di una speranza mai persa;
l’anima che fremeva per regalare emozioni;
ma non avevano ragione le tue intenzioni.
Sarebbero bastati dei piccoli gesti di affetto,
è il tuo mondo sarebbe stato già perfetto.
Senza una meta
cerchi il mondo lontano
i tuoi occhi gridano al cuore
di chi cerca e vuole amore
così piccolo e già così grande
vagavi in posti di cui ignoravi l’esistenza,
per lasciare al sicuro quella “povera” gente,
e che ti avrebbe dovuto proteggere dalla propria mente.
I tuoi giochi erano trasportare i soldi e il latte in polvere dei grandi,
e ti accorgevi che li rendevano esseri mutanti.
Senza una meta
cerchi il mondo lontano
i tuoi occhi gridano al cuore
di chi cerca e vuole amore
Il tuo ossigeno erano la tristezza e il terrore,
i tuoi occhi perdevano il loro bagliore.
Avevi scoperto il dolore di una nuova “carezza”,
sembravi non poterne più vivere senza.
Il tuo sorriso era avvolto dalla paura,
eri rimasto solo con la tua anima più pura.
cerchi il mondo lontano
i tuoi occhi gridano al cuore
di chi cerca e vuole amore
Avevi scoperto il dolore di una nuova “carezza”,
sembravi non poterne più vivere senza.
Il tuo sorriso era avvolto dalla paura,
eri rimasto solo con la tua anima più pura.
Senza una meta
cerchi il mondo lontano
i tuoi occhi gridano al cuore
di chi cerca e vuole amore
senza una meta
cerchi il mondo lontano
i tuoi occhi ora guardano altrove
e credono ancora nell’amore
– 20/03/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *