Antonella Ragni



POESIA:
Libera di volare
E la luna si illuminò di speranze…e io sognai!
Le stelle furbette, rapirono i colori dei sogni e dipinsero
fiori e chimere,alcuni sbiadite dal tempo…..
Poi tutto sparì alle prime luci dell’alba..
Il nuovo giorno, si affacciava al mondo,
trainato come sempre, dal carro di fuoco.
L’impavido sole, forte immortale guerriero
travolse il mio io.
E io per non perir, fuggii…
Mi rifugiai là…..lontano dai rumori,fuori dal mondo
ma, nel mondo!
Libero da ogni veste,dai consensi ai dissensi.
Là, dove io ritrovo me.Ove nessuno può entrare
a men che io non voglia!
Attingo, ogni notte dal cuore, inchiostro puro e scrivo,
di canzoni e canzonette,prese dal teatro della vita.
Ecco non sono vecchi copioni,son lembi di veste teatrali.
Tanto son solo parole,che scrivo con l’inchiostro del cuore!
Là, in quel luogo segreto
lontano dai rumori,fuori dal mondo
ma nel mondo!
Ove la libertà è linfa,lì la bestia muore,
l’uomo nasce e il vecchio ascolta.
Così è… come ogni notte!
Acclamo le braccia di Hypnos.
E la luna si illuminò di speranze ….e io sognai!
Antonella Ragni – 04/03/2017

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *