Giovanni Andronico

POESIA:
Cosa siamo in fondo?
Pagine sgualcite di un libro scritto dal tempo! che ci arricchisce e ci consuma come la cera di una candela, che cede al calore della fiamma a illuminare il buio della sera.
Chimere disperse e cosparse di speranza portate via dal vento intonano quell’impercettibile canto benedetto,nell’implacabile scorrere del racconto, mentre all’ogni alba precede il tramonto d’un pensiero dissolto nel blu più profondo, e intanto il mondo indifferente non s’arrende e continua a girare in tondo.
Scarne parole riecheggiano a dar tormento a quel santo che tanto s’è pregato e che non t’ha mai ascoltato, forse già caduto in tentazione del vizio.
Dolce supplizio ne rimane dentro! accostato al rimpianto di aver dato troppo, di non aver fatto tanto per sanare quella ferita che rende vivido il dolore del non riuscire più ad amare.
– 10/01/2017

Please follow and like us:

Juan Oswaldo Quilachamin Munoz

POESIA: Te recuerdo amor
Yo vivo de lo poco que aún me queda de ti
Son instantes de amor en la memoria
roja boca de cristal y fantasía
mil jornadas de luz, sabías mía
era plena pasión, hoy es historia

Escenarios de ríos caudalosos
la montaña, el lago, fresca brisa
maravilla el sol y tu sonrisa
y los ojos brillantes, tan dichosos

Absoluto deseo de vivir
plenitud sabía el corazón
suave seda tu piel y la ilusión
ese tiempo no se ha de repetir

Ya no estás, lejano el sentimiento
es ausencia tu eterna picardía
la ternura, también los buenos días
ya tus pasos borrados por el viento – 10/01/2017

Please follow and like us:

Giuseppe Scrima

POESIA: Seduto su una panchina di una villa,
tutto intorno sembra un ospedale:
siringhe, garze e tanta gente che sta male.
Vedi qualcuno ancor prima del “buco”,
tutto eccitato….. Contento.
Vedi entrare l’ago nella pelle,
quel metallo che è conduttore di tanta felicit
per colui che, in quel momento, sta bucandosi.
Ma, questa felicità è un’ utopia e
dopo il buco resti con la siringa e le tasche vuote….
Ma non c’è nessun problema:
domani, se vivrai, potrai ancora comprarti qualche grammo di felicità. – 10/01/2017

Please follow and like us: